chi siamo


PRESENTAZIONE

L’Associazione Culturale – Scuola di Musica Mons. Luigi Cocco” nasce nel settembre 2000, grazie all’iniziativa del geom. Mario Burba e di alcuni valenti musicisti della regione.
La scelta di intitolare l’associazione a Mons. Luigi Cocco nasce dal desiderio, del suo presidente Mario Burba e del direttivo, di ricordare con un’istituzione culturale (ed in particolare musicale) la figura di un sacerdote di Cervignano che visse ed operò nella nostra comunità e che, non solo amava profondamente la musica, ma era un fine ed attento pianista (suo è infatti uno dei pianoforti della scuola) ed organista, e che ci ha lasciato alcuni scritti musicali.
Il fine perseguito dall’associazione è quello di diffondere la cultura musicale e del canto corale, in particolare fra i giovani e giovanissimi, proponendosi come realtà di incontro e aggregazione nel nome di comuni interessi culturali, ampliando così gli orizzonti culturali di allievi ed insegnanti attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni.
Nel mese di agosto 2011, su proposta del Consiglio Direttivo, l’Assemblea dei Soci approva di cambiare la denominazione del sodalizio in “Associazione Culturale e Musicale Luigi Cocco” e di istituire la Scuola di Musica “Il Ritornello” come continuazione delle attività didattiche e musicali.

L’Associazione persegue i seguenti scopi:
Diffondere la cultura musicale e del canto corale nel mondo giovanile e non;
• Ampliare la conoscenza della cultura musicale, letteraria ed artistica in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
• Allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, in campo musicale affinché sappiano trasmettere l’amore per la cultura musicale ed artistica come bene per la persona ed un valore sociale;
• Proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;
• Porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati o portatori di handicap, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni della musicoterapia, un sollievo del proprio disagio.
• L’associazione per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare ma non in via esclusiva:
§ attività culturali: corsi di musica per bambini, ragazzi, giovani ed adulti (mediante l’istituzione di una scuola di musica), convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documenti, concerti, lezioni-concerto, incontri di musicoterapia;
§ attività di formazione: corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociali, corsi di perfezionamento in musicoterapia, istituzione di gruppi di studio e di ricerca;
§ attività editoriale: pubblicazione di un bollettino, pubblicazione di atti di convegni, seminari nonché degli studi e delle ricerche compiute.”